Cantieristica

l corso per Industria e Artigianato per il Made in Italy con Indirizzo Cantieristica Navale è un persorso quinquennale che si conclude con l’esame di Stato e il conseguimento di un Diploma professionale, rispondente agli standard definiti a livello nazionale.

Il Tecnico per Cantieristica Navale si inserisce nell’ambito dell’Economia del Mare, in particolare la Diportistica, settore in continuo sviluppo grazie all’aumento dei flussi turistici che scelgono l’imbarcazione come alternativa agli spostamenti su strada.

Il Tecnico per la Cantieristica Navale – abilitato a svolgere i compiti di Montatore di carpenteria metallica e di Carpentiere navale (classificazione professioni Istat 6.2.1.4. e 6.2.5.2.) – può esercitare la sua attività all’interno di darsene e cantieri nautici, ed è in grado di offrire un servizio completo di assistenza per il montaggio, la riparazione e le manutenzioni ordinarie e straordinarie delle diverse tipologie di galleggianti (a motore, a remi e a vela).

Obiettivi e finalità

Il corso realizza i suoi obiettivi grazie alla continua collaborazione tra mondo del lavoro e sistema educativo; nel suo stesso curriculum sono infatti previste 400 ore di stage presso le aziende del settore.

In questo modo, gli studenti implementano le loro competenze e conoscenze tecnico-professionali a diretto contatto con le professionalità operanti nell’ambito della cantieristica minore.

Al termine del percorso quinquennale, lo studente è in grado di:

  1. Definire e pianificare la successione delle operazioni di realizzazione di uno scafo – o di una sua parte – sulla base del progetto e delle istruzioni ricevute e/o della documentazione di appoggio (schemi, disegni, procedure, distinte materiali, ecc.) e del sistema di relazioni;
  2. Approntare strumenti, utensili, attrezzature e macchinari necessari alle diverse fasi di lavorazione sulla base della tipologia di materiali da impiegare, del progetto e delle procedure previste;
  3. Monitorare il funzionamento di strumenti, utensili, attrezzature e macchinari, curando le attività di manutenzione ordinaria;
  4. Predisporre e curare gli spazi di lavoro al fine di assicurare il rispetto delle norme igieniche e di contrastare affaticamento e malattie professionali;
  5. Eseguire il montaggio delle componenti di uno scafo ed eventuali adattamenti e correzioni sui prodotti pre-assemblati;
  6. Eseguire le operazioni di finitura e completamento dello scafo, nel rispetto delle specifiche progettuali;
  7. Effettuare la manutenzione ordinaria e straordinaria di una imbarcazione da diporto, nel rispetto della normativa specifica di settore.
  8. Effettuare manutenzione ordinaria e straordinaria negli apparati meccanici ed elettrici e motori delle imbarcazioni ed eseguire piccoli impianti elettrici.