Istituto “D. Chiodo” – interventi di ristrutturazione edilizia

Data: 09/01/2021

Oggi, sabato 09 gennaio, consegna dell’edificio “D.Chiodo” al D.S. Paolo Manfredini. Il presidente della Provincia Pierluigi Peracchini, ha virtualmente consegnato le chiavi della scuola completante ristrutturata. Intervento di adeguamento sismico, messa in sicurezza della struttura, riqualificazione delle aule, dei locali igienici, degli spazi condivisi, cablatura di tutti gli ambienti per la didattica digitale. A questo punto è tutto pronto, tocca solo entrare.

L’articolo del quotidiano “Gazzetta della Spezia”

https://m.gazzettadellaspezia.it/news/post/119595

Con il perdurare dell’emergenza pandemica il mondo della scuola sta vivendo un momento complicatissimo che ha costretto studenti ed insegnanti alla DaD (didattica a distanza), è slittato l’inizio delle lezioni in presenza per le scuole secondarie superiori anche in Liguria, infatti nella settimana dall’11 al 17 gennaio si proseguirà con le lezioni da remoto.

“La Provincia è capace di dare risposte in tempi brevissimi, investendo nelle scuole 3 milioni di euro e lavorando con tanti istituti perché la situazione era davvero pesante – ha proseguito il presidente Peracchini – Come Comune della Spezia abbiamo investito 6 milioni di euro in poco più di un anno per le scuole più vecchie. Questa scuola è diventata stupenda, se tutti riusciamo a collaborare come abbiamo fatto potremo prospettare un futuro migliore ai nostri ragazzi”.

unnamed

“Questa era una scuola difficile dal punto di vista infrastrutturale, ora è stata messa nelle condizioni di funzionare al meglio – così ha commentato il dirigente dell’Istituto Paolo Manfredini – Non si trattava solo di riqualificare strutturalmente questo edificio; questo è un istituto professionale e come tale ha poco appeal, anche se in realtà questo genere di istituti offre opportunità di formazione e di lavoro importanti. La sfida era anche quella di rilanciarla dal punto di vista della qualità. Ora è una scuola sicura ed accogliente, con banchi distanti almeno 1 metro l’uno dall’altro e strumenti per l’igienizzazione delle mani per una didattica sicura; le scuole sono pronte per ripartire. Ad oggi abbiamo 622 iscritti”.

unnamed2

I lavori hanno riguardato il consolidamento dei solai, sono stati demoliti i vecchi pavimenti, posizionando una nuova pavimentazione e inseriti dei connettori. Sono stati rifatti i bagni di tutti e 3 i piani. Al piano terra è stato fatto anche un intervento sulle pareti in pietra: dove sono risultate esserci diverse cavità sono state eseguite delle forature di 40 cm ed è stata inserita una resina espansiva. L’intero istituto è stato cablato, con 1700 metri di tubi, così che in tutte le classi ora è presente un accesso internet diretto tramite filo (non è stato possibile utilizzare il wi-fi per problemi di connettività) con una velocità di 100 Mbps in download e 20 Mbps in upload.

La scheda dei lavori svolti all’Istituto Chiodo di via XX Settembre ha previsto:

L’adeguamento statico sismico, con un importo appalto pari ad 954.457 euro; l’adeguamento statico sismico della palestra dello stesso Istituto Chiodo, con un importo d’appalto pari 245.000 euro; l’intervento di manutenzione delle facciate istituto, con un importo di 75.000 euro; gli interventi di prevenzione incendi – messa a norma e ristrutturazione della centrale termica a servizio dl comparto officine e palestra, con un importo appalto pari ad 70.000 euro.

L’impresa spezzina Costruzioni e Restauri si è occupata dell’intervento di manutenzione e recupero delle facciate; i torinesi della Co-Gesi, dell’adeguamento statico sismico dell’edificio, l’adeguamento statico sismico della Palestra Chiodo lo ha eseguito l’impresa Pasquali, sempre spezzina. La prevenzione incendi – messa a norma e ristrutturazione della centrale termica è stata seguita dall’Impresa Fratelli Gerali di Massa.

Il cantiere per i lavori di adeguamento sismico per l’edificio dell’Istituto professionale Einaudi-Chiodo in via XX Settembre è stato attivato lo scorso 29 maggio e le tempistiche sono state rispettate anche a fronte dei problemi dovuti alla situazione derivata dalla pandemia.

L’articolo del quotidiano “Città della Spezia”

http://www.cittadellaspezia.com/mobile/La-Spezia/Attualita/All-avanguardia-e-ristrutturato-Il-Chiodo-e-pronto-per-gli-studenti-327129.aspx

All’avanguardia e ristrutturato. Il Chiodo è pronto per gli studenti

Mancano gli ultimi lavori al primo piano per l’istituto professionale ma classi, bagni e palestra sono pronte a riaccogliere gli studenti. Il dirigente: “Innovazione passa anche da qui”. La Provincia: “Opera fondamentale”.

La Spezia – Una struttura rinnovata, in sicurezza e all’avanguardia per la connessione internet. Viene restituita così , ai suoi studenti, la sezione dell’istituto professionale Chiodo della Spezia. Questa mattina si è tenuta una visita alla quale era presente la Provincia della Spezia che in quest’ultimo anno per l’edilizia scolastica ha speso all’incirca tre milioni di euro.

“La scuola non era in condizioni adeguate – esordisce il dirigente scolastico dell’Istituto Paolo Manfredini -. Ora i nostri studenti torneranno in classi completamente rinnovate e procediamo dunque con un altro passo avanti nella riqualificazione sia del percorso didattico che della struttura. Questi ragazzi, il mondo della scuola, i corsi professionali se lo meritano. Se da una parte abbiamo dovuto accantonare, almeno per quest’anno, i corsi dedicati alla produzione ittica e alla pesca commerciale siamo coscienti di quanta strada stiamo facendo. L’istituto offre grandi opportunità e oltre ai nostri indirizzi storici, unici per centinaia di chilometri tra Liguria e Toscana, Per i nostri corsi di meccanici ed elettrici vantiamo anche un primato: per quindici diplomati la percentuale d’impiego è stata del cento per cento”.
In questi lunghi mesi di lavori sono stati smantellati i pavimenti, gli intonaci e i bagni sono stati ristrutturati. Le classi sono state dotate di banchi nuovi, anche con le rotelle, e il punto di forza è il cablaggio che garantirà una connessione di ultima generazione. Ristrutturata anche la facciata.
“All’appello – ha aggiunto il dirigente Manfredini – mancano ancora gli ultimi lavori al primo piano, ma quando i ragazzi, la settimana prossima torneranno a scuola, troveranno un istituto accoglienze e moderno”.
Ad elencare alcuni dettagli sui lavori è stato anche il presidente della Provincia e sindaco del Comune della Spezia Pierluigi Peracchini: “I solai sono stati rinforzati e sono state messe in atto tutte le migliorie per l’adeguamento sismico. L’arredo scolastico è stato rinnovato e la palestra è stata messa in sicurezza. A questo si aggiunge anche l’adeguamento della centrale termica. Si tratta di lavori fondamentali, opere importantissime. Come istituzione provinciale abbiamo investito già 3milioni di euro, a livello comunale 6milioni”.